Posted by on Lug 30, 2012 in | 0 comments

Non esistono immagini fotografiche, ritratti di sorta né litografie di Ada Pinelli, atipica dama di compagnia della Principessa Hatzfeld, poco più che quarantenne all’epoca del suo arrivo a Palazzo Malipiero, nel 1881. Ada arriva a Venezia da Roma, reduce dal divorzio con un importante funzionario del ministero del tesoro italiano. Un contemporaneo la descrive «non particolarmente carina, ma che si esprimeva attraverso i suoi grandi, caldi occhi espressivi, dotata di temperamento brillante, dai tratti moderni, ereditati dalla madre Guglielmine – “Minna” – von Treskow» figlia di un ricco commerciante di vini di Francoforte, che una volta trasferitasi a Berlino,  aveva dato vita a uno dei più rinomati salotti letterari della città. (…) Ada si forma nel contesto progressista dalla madre e presto manifesta attitudine musicale e predisposizione alla pittura. Ma è soprattutto l’inclinazione letteraria che la distingue e che esprimerà appena ventenne pubblicando la sua prima raccolta di poesie e due volumi di novelle, firmate con il nom de plume Günther von Freiberg … ».

app-store-download-appdocumentary2 android-logo